Categorie
Attualità Professione Infermiere Salute

A ridurre così medici e infermieri siete voi

I veri responsabili dello sfinimento generalizzato di medici e infermieri sono tutti coloro che si ostinano a non voler restare a casa.

Dal profilo Facebook di Emilio Mola

No, a ridurre medici e infermieri in queste condizioni non è solo il Coronavirus.

Medici e infermieri da sempre hanno a che fare, ogni giorno, ogni ora, con pazienti affetti da patologie anche più gravi, interventi chirurgici delicatissimi, mali difficili da curare.

E’ il loro lavoro. Ma raramente si riducono in questo stato di sfinimento fisico e morale.

A ridurre medici e infermieri in queste condizioni siete voi.
Voi che uscite di casa e ve ne sbattete delle regole, degli altri e di chi sta dando l’anima.

Voi che andavate all’aperitivo nonostante la gente già morisse e i focolai crescessero. E intervistati dai giornalisti rispondevate: “Ma tanto io sono giovane” o “Ma tanto prende solo i vecchi” o “Ma io aiuto l’economia” o “Brindiamo al coronavirus”.

Voi che ancora adesso fate grigliate in campagna e feste nei condomini con gli amici e i vicini perché non avete capito un cazzo.

Voi che ancora adesso trovate ogni scusa per andarvene in giro, anche più volte al giorno, perché a casa vi scocciate.

Voi che da settimane avete deciso di aiutare il contagio a diffondersi, voi che avete deciso di ingolfare gli ospedali e far collassare il sistema sanitario perché non siete capaci di affrontare nemmeno un sacrificio che si chiama divano.

Voi che solo ieri siete stati denunciati in 8mila (ottomila!) per aver violato le prescrizioni. E chissà in quanti milioni avete fatto lo stesso, ma semplicemente non siete stati beccati.

Ecco, siete voi che state riducendo medici e infermieri in queste condizioni.
Per non parlare dei pazienti, dei lutti e delle famiglie straziate.
Non il coronavirus.

Quello, se non fosse per la gente che si ostina ad andare in giro, probabilmente, sarebbe affrontato con un minimo di fatica e di lutti in meno.

Quando lo capirete sarà sempre ora.

copyrightRiproduzione riservata


Se ti è piaciuto condividilo via
Commenta via Facebook