Categorie
tutorials wordpress

Come installare di wordpress

Guida completa di tutti i passaggi e in Italiano per una corretta installazione di wordpress e l’avvio di un nuovo progetto come un blog, un sito web o un magazine.

Vogliamo dare vita ad un nuovo sito web tutto nostro ma non sappiamo da dove iniziare? Siete nel posto giusto. In questa guida vi mostrerò tutti i passaggi necessari per la creazione da zero di un nuovo sito web e l’installazione di wordpress. Anche se non avete alcuna dimestichezza con il mondo web non abbiate timore di avventurarvi. Con pazienza e parole semplici riusciremo a realizzare il nostro magnifico sito web

Indice

Cos’è wordpress

WordPress è un CMS ossia un Content Management System che detto in Italiano sarebbe un Sistema di Gestione dei Contenuti. Infatti creare e gestire un sito web manualmente richiederebbe la conoscenza approfondita di linguaggi come html, css, php e java, oltre a molto tempo per applicare anche minime modifiche. Una volta si faceva così ma oggi esistono i CMS e wordpress è il CMS ritenuto più versatile e facile da utilizzare e per questo più utilizzato nel mondo.

I siti internet si trovano in spazi all’interno di computer collegati alla rete internet chiamai server. Chi fornisce il servizio di ospitare il sito web (dietro compenso) e garantirne la raggiungibilità ed il funzionamento è un hosting provider più semplicemente denominato hosting oppure host. Quindi tutti i file del nostro sito saranno installati sul nostro server. Questo significa che il software wordpress sarà installato sul nostro server e noi lo utilizzeremo come un programma che però gira all’interno di un browser come internet explorer, google chrome, safari o firefox. Quelli che utilizziamo normalmente per navigare in internet.

Operazioni preliminari all’installazione

Dobbiamo innanzitutto avere ben chiaro cosa ci serve per iniziare e realizzarlo nell’ordine. Come detto sopra ci serviranno un hosting dove installare il nostro sito, un client FTP (Protocollo di Trasferimento File) che spiegherò più avanti e un database MySql che è la banca dati del nostro sito.

Attivazione spazio hosting

É la primissima cosa da fare anche perchè potrebbe richiedere del tempo per essere formalizzata (anche 24 ore). Innanzitutto dobbiamo scegliere il servizio hosting e decidere tra host dedicato o condiviso, cioè se acquistare un server tutto per noi o condividere un server con altri siti. Per un inizio da principianti la scelta è fatta e andremo su un hosting condiviso estremamente più economico ed in grado comunque di reggere anche decine di migliaia di visite al giorno. L’hosting dedicato è un qualcosa di professionale e destinato a siti con milioni di visite mensili e con quantità di contenuti notevoli.

Io ho scelto personalmente Tophost da diversi anni perchè a mio avviso ha il rapporto qualità/presso migliore e ci consente con circa 30 €/anno di avere 20 GB di spazio fino a 5 database MySql e molto altro.

Voi siete liberi di scegliere quello che più vi aggrada prestando attenzione soltanto a che sia incluso un database MySql e il server sia un server “Linux”. Comunque non preoccupatevi più di tanto i vari provider nella presentazione dei prodotti indicheranno quelli adatti ai siti sviluppati con wordpress.

Client FTP

Un’altra cosa che consiglio vivamente è l’installazione di un client FTP. Si tratta di un software che ci permette di caricare, scaricare, spostare, rinominare e fare tutto quello che si può quando si utilizzano file e cartelle ma all’interno del server che ospita il nostro sito. In questo modo potremmo caricare i file per l’installazione ma anche nel caso di metodi alternativi il client FTP ci servirà comunque in futuro per apportare modifiche o risolvere i problemi di funzionamento del nostro sito in modo semplice. Inoltre grazie al client FTP potremmo periodicamente effettuare un backup di salvataggio del nostro sito evitando che il gran lavoro di mesi o anni possa andare perduto per un imprevisto.

Il client FTP gratuito e che utilizzo da sempre si chiama FILEZILLA. Vi consiglio di utilizzare questo perchè, oltre ad essere ben fatto e performante, la sua diffusione permette di trovare in rete numerose guide alla configurazione ed utilizzo.

Creazione di un database mysql

Avevamo accennato prima ai database MySqL. Sono una cosa molto complicata, delicata e fondamentale per il funzionamento di un sito internet. Il database è una banca dati in relazione con il sito e MySqL è il software che serve per gestirlo e farlo funzionare. In pratica il tema del sito (c.d. template) è il contenitore, il database è il contenuto, wordpress è l’interfaccia che ci permette di gestire la relazione tra i due.

Noi non andremo a fare nulla di più che creare il database e per farlo dovrete attenervi alle guide interne del vostro hosting. Una volta creato dovremmo annotarci il nome del database, il nome utente da utilizzare per l’accesso (potrebbe essere uguale al nome del database) e la password. Alcuni di questi dati potrebbero essere creati automaticamente dall’hosting senza possibilità di personalizzarli, in caso contrario sia per nome del database che per user name e password utilizzate nomi complessi con lettere maiuscole minuscole e numeri. Questo è fondamentale perchè se il vostro sito dovrà gestire dati sensibili dei visitatori come email o altro, è li che si andranno ad annidare ed è li che se qualche malintenzionato vorrà ottenerli li andrà a cercare. La responsabilità di una eventuale perdita di questi dati sarà soltanto vostra quindi cercate di utilizzare nomi e password difficili da decifrare.

Tutti dati che dovremo inserire durante l’installazione vera e propria di wordpress.

Installazione di wordpress in 5 minuti

Pronti, via! Entriamo nel vivo dell’installazione di wordpress con la c.d. installazione in 5 minuti. Se siete abbastanza abili nell’utilizzo del PC e avete già chiari molti dei concetti necessari saranno effettivamente sufficienti. In caso contrario non demoralizzatevi, basterà qualcosina di più ma non molto.

È opportuno segnalare che molti provider offrono soluzioni che includono la possibilità di installazione di wordpress con 1 click. Ad esempio tophost permette l’installazione one click di wordpress nella soluzione denominata topweb plus al costo di circa 30 €/anno compreso spazio web, 5 database, account email a dominio e molto altro.

In questo paragrafo analizzeremo l’installazione manuale che negli ultimi punti sarà comunque fondamentale conoscere anche per le installazione one click.

Download e caricamento di wordpress

Il primo passo è scaricare il pacchetto wordpress. Per farlo consiglio di utilizzare il sito ufficiale wordpress.org che nella pagina dedicata al download propone sempre l’ultima versione in formato compresso. Per scaricarla cliccate il pulsantone al centro della pagina (CLICCA QUI per la pagina di download wordpress).

Una volta scaricato il pacchetto abbiamo 2 strade, decomprimere il pacchetto utilizzando il sistema di windows o qualsiasi altro programma di decompressione, quindi caricare tutto sul nostro spazio web utilizzando Filezilla. Attenzione, i file e le cartelle decompresse andranno caricate direttamente nella cartella principale del sito denominata htdocs oppure root. Per intenderci, aprendo la cartella principale del nostro spazio web dovremmo vedere una serie di file e 3 cartelle denominate wp-admin, wp-includes e wp-content. Se vediamo una cartella denominata ad esempio “wordpress 5.3” abbiamo spagliato il caricamento.

Altra soluzione più semplice e utilizzare il file manager del nostro provider. In molti, tophost è uno di questi, casi consentono il caricamento di pacchetti compressi (potrebbe essere denominato caricamento archivi) che decomprimono automaticamente durante il caricamento o fornendo l’opzione di decompressione in una fase successiva.

Impostazioni file wp-config.php

Utilizzando Filezilla o il file manager de pannello del nostro provider individuiamo il file denominato wp-config-sample.php e andiamo a rinominarlo in wp-config.php.

Al suo interno dobbiamo modificare dei parametri. Per aprire il file con Filezilla cliccare con tasto destro quindi visualizza/modifica, terminate le modifiche click su file e salva quindi torniamo su Filezilla che mostrerà un pop-up con scritto che sono state apportate delle modifiche a un file e andremo a cliccare si per convalidarle. Oppure possiamo avvalerci del file manager del nostro provider.

I parametri che andremo a modificare sono quelli relativi al database. Per farlo individuiamo la dicitura:

 // ** Impostazioni MySQL – È possibile ottenere queste informazioni
 // ** dal proprio fornitore di hosting ** //

I parametri sono:

/** Il nome del database di WordPress */
define('DB_NAME', 'nome_del_database_qui');

/** Nome utente del database MySQL */
define('DB_USER', 'nome_utente_qui');

/** Password del database MySQL */
define('DB_PASSWORD', 'password_qui');

/** Hostname MySQL  */
define('DB_HOST', 'localhost');

Hostname rimane invariato nella maggior parte dei casi (ad esempio tophost) ma alcuni fornitori di hosting potrebbero fornire parametri diversi che dovrete cercare nelle sezioni dedicate alla creazione del database o nel supporto interno.

Lanciare l’installazione

Non dovremo fisicamente lanciare alcun oggetto ma semplicemente utilizzare il nostro browser web (explorer, google chrome, safari, firefox ecc.) per puntare l’indirizzo del vostro sito aggiungendo /wp-admin/install.php come nell’esempio di seguito:

http://www.tuosito.it/wp-admin/install.php

Si aprirà una schermata simile a questa:

Compiliamo i primi 4 campi con gli stessi parametri utilizzati nel file wp-config.php e clicchiamo su submit. Si aprirà una pagina simile a questa:

Le due informazioni fondamentali sono la username e la password dell’amministratore di sistema che vanno scelti con criteri di sicurezza adeguati (in particolare la password) e annotate con cura per non vanificare il lavoro svolto fino a questo momento. Titolo del sito ed email dell’amministratore possono essere inseriti in questa fase o dopo e possono essere modificati in qualunque momento. L’ultimo flag serve per evitare che i motori di ricerca inizino a scansionare il nostro sito mentre questo è in costruzione e durante i nostri primi esperimenti. Consiglio fortemente di attivarlo in questa fase e disattivarlo quando il sito sara ragionevolmente pronto per essere offerto al grande pubblico di internet.

Cliccando sul pulsante “install wordpress” vedremo dopo qualche secondo una pagina di benvenuto con le nostre credenziali simile a questa:

Siamo pronti! Da questo momento puntando il nostri sito con l’aggiunta di /wp-admin (es. http://www.miosito.it/wp-admin) si aprirà la pagina del login che mostrerà la bacheca o, come si chiama in gergo, il backend di wordpress con il quale gestire il nostro sito.


Ti è piaciuto questo post?

Nel caso ti sia piaciuto il blog puoi ricevere le notifiche sui nuovi articoli pubblicati. Basta cliccare sulla campanella rossa in basso a destra o sul link di seguito per attivare le notifiche. Il procedimento sarà lo stesso per disattivarle qualora tu non ne volessi più ricevere in futuro.