Categorie
Professione Infermiere

Il Ciclista e l’Infermiere

In un giorno di ordinaria follia, un infermiere interviene in ambulanza su un incidente e si avvicina ad una persona seduta sul marciapiedi con una mano sbucciata, accanto ad una bici lievemente danneggiata:

Salve, cosa è successo?
Quel tizio mi ha investito mentre attraversavo sulle striscie!
Dove le fa male?
Non mi ha neanche visto e correva come un matto!
Ok, ma cosa si è fatto?
Non aveva neanche la cintura, ma stanno arrivando i vigili?
Arriveranno, intanto la aiuto che saliamo sull’ambulanza.
E la bicicletta?
La prendono i vigili, venga…
E dove la portano? Io senza la bici non vado da nessuna parte!
Allora noi andiamo, arrivederci.
Come? E mi lascia qui?! (driiin, driin), pronto! Si mi ha investito uno che andava come un pazzo mentre rispondevo al tuo messaggio… …adesso ci sono quelli dell’ambulanza…
Mi scusi…
Un attimo che sto parlando con mia moglie!
ah ok.
Si sono qui davanti la posta… …ok ti aspetto
Chi aspetta?
Mia moglie!
Allora noi andiamo
E mi lascia qui? Cosa faccio?
Si fa un bel selfie con il signore e lo mette su Facebook.
Mi prende in giro?
Sembra che lei mi stia prendendo in giro.
E come vado in ospedale?
Con sua moglie, è evidente che non le occorre un’ambulanza. Non dimentichi di caricare la bicicletta.
Va bene, allora vengo. Pero non è che al pronto soccorso mi fate aspettare!
oooohmmmmmmm

 

copyrightRiproduzione riservata


Se ti è piaciuto condividilo via
Commenta via Facebook

Notifiche

Ricevi una notifica quando viene pubblicato un nuovo articolo su questo argomento