Infermieri Scoppiati

Angolo del blog dove accolgo, raccolgo e pubblico situazioni le assurdita del lavoro ospedaliero (molte sono reali) e le risposte alle domande più stupide che possono essere poste agli infermieri e alle quale spesso non è possibile rispondere senza aver prima consultato l’avvocato. Anche se mi piacerebbe molto.
  1. L’infermiere non dorme, riposa.
  2. L’infermiere non beve il caffe, prende la medicina.
  3. L’infermiere non è svogliato, è stanco.
  4. L’infermiere non invecchia, diventa “esperto”.
  5. L’infermiere non mangia sul posto di lavoro, recupera le energie.
  6. L’infermiere non va a fumare, va a farsi un aerosol.
  7. Gli infermieri non chiacchierano tra di loro, si consultano.
  8. Le micro-bollicine presenti nel tubicino della flebo non fanno male, fortificano.
  9. L’infermiere dice l’ora solo a pazienti con disturbi della vista.
  10. L’infermiere sente tutti i campanelli (anche quelli degli altri reparti) ma se non viene immediatamente, sta facendo altro.
  11. L’infermiere non si è dimenticato di cambiarti il lenzuolo, magari sta rianimando il paziente nella stanza a fianco. Aspetta un pochino che non succede niente.
  12. Se chiami l’infermiere alle 3 di notte per chiedere “che ora è?” e fa un sospiro, fatti due domande.
  13. L’infermiere non accetta mance o regali, è pagato e lavora per fare quello. Ma se proprio insisti…
  14. Se scoppia un incendio in reparto non suonare il campanello e attendere che arrivi l’infermiere, scappa. Più veloce che puoi.
  15. L’infermiere non è uno spacciatore di benzodiazepine, quindi dormi e non rompere che si svegliano gli altri.
  16. La flebo scende anche se non guardi fisso la gocciolina. Fattene una ragione è così che funziona.
  17. Nella flebo l’infermiere non mette farmaci letali, ma non fargliene pentire che è meglio.
  18. Se preferisci l’omeopatia la porta è la stessa dalla quale sei entrato.
  19. Se hai letto su internet che non è come dice l’infermiere, vedi il punto precedente.
  20. Se nell’altro reparto gli infermieri erano più bravi, tornaci che non sentiremo la tua mancanza.
  21. Non sostare vicino alle porte. Non dire che non te l’avevo detto.