Categorie
Ambiente e Rifiuti

Occhio non vede… …mente non pensa

L’Emergenza rifiuti in Calabria sembra risolta, ma in realtà la non-soluzione è a brevissima scadenza.

Settimane di servizi da parte di Striscia la Notizia, prime pagine di edizioni locali, TG e cumuli di rifiuti alti anche diversi metri lungo le strade di un’intera regione. La Calabria appunto.

Il problema sembra risolto, ed effettivamente per le strade sono sparite le pittoresche colline colorate salvo in rare eccezioni. Ma la soluzione non è stata presa. Si tratta di una deroga a scadenza che da la possibilità di sversamento rifiuti senza pre-trattamento nelle scarsissime discariche della Regione. Li arrivano l’87% dei rifiuti solidi urbani prodotti, perché la media regionale di raccolta differenziata è al 13%. 15 anni di commissariamento con risultati sorprendenti. Cioè sorprendentemente fallimentari.

Non si è ancora capito o fanno finta di non capire? Il mondo del riciclo dei rifiuti è un settore industriale vero e proprio, che genera posti di lavoro e minori costi per gli enti locali che potrebbero trasformarsi a loro volta in servizi e altri posti di lavoro. Certo, si ridurrebbe parecchio il business di diversi speculatori e organizzazioni criminali, ma penso che i Calabresi onesti sopporterebbero queste conseguenze.

Ancora oggi nel 2014 milioni di utenze domestiche non hanno la possibilità di differenziare neppure carta e cartone, e la presenza nelle colline di materassi ed elettrodomestici fa pensare che non esistano isole ecologiche o i cittadini non sanno dove siano.

Io riparto per il nord, e lascio dove mi trovo strade pulite e differenziata allo 0%. Spero di non dover ritrovare questa estate, lo spettacolo indecente cui ho assistito mesi fa. Calabresi svegliatevi o rimarrete sepolti dai rifiuti, vittime di politici e dirigenti regionali evidentemente non all’altezza delle posizioni ricoperte. Seppellite loro piuttosto che lasciare che siano loro a seppellirvi nella monnezza.

P.S.: Ti è piaciuto questo post? Vuoi condividerlo? Se vuoi anche rimanere aggiornato sui nuovi articoli a tema puoi mettere un like sulla mia pagina Facebook e/o iscriverti alla newsletter attraverso gli strumenti in fondo alla pagina

copyrightRiproduzione riservata



Se ti è piaciuto condividilo via
Commenta via Facebook